Come fare un orlo a cappuccio – Lezione 6

Eccoci arrivati alla lezione numero 6 del corso di cucito base di Scucendo S’impara. Oggi vediamo come fare un orlo a cappuccio. Inoltre vedremo come realizzare una tovaglietta americana.

Prima di iniziare la lezione però vorrei ringraziare tutti voi che mi avete mandato le foto dei vostri lavori tramite la mia pagina di facebook, o usando l’hashtag #scucendosimpara sul mio profilo instagram o semplicemente spedendomi una foto al mio indirizzo email: scucendosimpara@gmail.com

https://youtu.be/nxB4UhM4zt4

Oggi parliamo di un tipo di orlo utilissimo per realizzare tovaglie, tovagliette americane, runner ma anche tende e lenzuola.
Si tratta dell’orlo a cappuccio, una particolare lavorazione che ci permette di creare angoli ben rifiniti.

Per realizzare quest’angolo ho preparato un cartamodello da stampare che puoi scaricare gratuitamente nella mia pagina download alla sezione “cartamodelli gratis da scaricare

Tagliamo il tessuto

Prima di tutto prendiamo una tela di cotone per tovaglie e appoggiamola sul tavolo con la cimosa rivolta verso di noi e la parte bella rivolta verso l’alto e la piego a metà perché, come al solito, quando tagliamo un cartamodello lo facciamo sempre in doppio.

Appoggiamo il cartamodello tenendo il lato con scritto “intero” appoggiato contro la ripiegatura della stoffa.

Dove c’è scritto “orlo” invece lasciamo uno spazio di almeno tre centimetri, perché, quando troviamo questa scritta, bisogna segnare uno scarto di cucitura di 3 cm. (Se non ci fosse scritto niente, invece, avremmo dovuto lasciare 1,5 cm come al solito).
Spilliamo

come fare un angolo a cappuccio

Segniamo lo scarto di cucitura di 3 cm. Come sempre, utilizzo la barretta per cuciture per marcare gli scarti. Prima facciamo un contorno tratteggiato e poi, appoggiando la barretta ai tratteggi, facciamo un secondo segno, questa volta intero.

orlo a cappuccio

Una volta segnati tutti gli orli possiamo tagliare. Prima tagliamo via la parte più grossa, poi ci occupiamo delle rifiniture.
Come sempre:

– Si taglia in piedi
– le forbici devono stare a contatto con il tavolo
– Si fanno tagli ampi e le forbici devono chiudersi del tutto

Prepariamo l’orlo

Una volta tagliato e tolto il cartamodello possiamo iniziare a fare le ripiegature dell’orlo. Come al solito dobbiamo piegare due volte la stoffa a 1,5 cm.
Come facciamo ad essere sicuri di piegare esattamente a 1,5 cm? basta fare un’imbastitura, come quella che abbiamo fatto nella lezione 5 del corso di cucito base.
Impostiamo la macchina con:
-Punto diritto
Lunghezza punto 4 o il punto più grande che abbiamo
-Livello tensione 3
e, mi raccomando, non chiudere la cucitura usando il tasto reverse.
Appoggiamo il bordo della guida per cuciture a pari con il bordo della stoffa.

orlo a cappuccio

Ripiego due volte la stoffa, la prima volta aiutandomi con la cucitura (e stiro) e la seconda volta aiutandomi con la prima piega (e stiro ancora).

orlo a cappuccio

Una volta stirata, potrai notare che l’angolo non è bellissimo. perché è molto molto spesso. Perciò noi andremo a lavorare proprio in quel punto.

orlo a cappuccio
e ora tocca all’angolo

Tenendo tutti e due i lati piegati, segna con una matita il punto esatto in cui le due ripiegature si incontrano.

Poi apri la ripiegatura dell’angolo e segna un altro punto esattamente all’incrocio delle due cuciture di imbastitura.

Subito dopo prendiamo uno spillo e infilalo nel secondo punto che hai fatto, quello all’incrocio delle due imbastiture. Mi raccomando, deve essere infilato dal diritto verso il rovescio. (ovvero la capocchia deve essere sul lato diritto e la punta deve uscire sul rovescio).

Ora, prendiamo lo stesso spillo e poi, tenendolo infilato nel primo punto, lo infiliamo anche nel secondo.

Infine chiudiamo i due lembi bene bene uno sopra all’altro, in modo che si formi una piega simile a quella della foto sotto.

Schiacciamo bene bene sul lato formato in modo che una volta aperto si veda bene il segno della piega. (puoi stirarlo se vuoi).
Una volta riaperto, dovresti vedere una linea diagonale nella stessa posizione della linea azzurra che vedi nella foto in basso.

Successivamente giriamo il tessuto in modo che il lato bello sia rivolto verso l’alto (Tenendo sempre l’angolo appena fatto aperto).

Prendo uno dei due lati e, mettendo un dito per fermare l’angolo, lo appoggio sull’altro, così che l’angolo si pieghi a metà.

A questo punto metto uno spillo e faccio una cucitura sulla piega, quella creata in precedenza e che io ho disegnato con una linea azzurra nella foto qui sotto.

Attenzione! come vedi il segno azzurro non va oltre l’imbastitura. Quindi, quando cucirai, fai molta attenzione di fermarti esattamente alla linea di imbastitura e non andare oltre. Esattamente come ho fatto io nella foto sotto.

Ora tagliamo l’eccesso e pieghiamo

Se abbiamo la certezza di aver fatto tutto correttamente, possiamo tagliare via tutta la parte in eccesso, cioè tutto l’angolo che rimane dopo la cucitura. Devi avvicinarti il più possibile ad essa, senza ovviamente rovinarla.

Ribalta il tutto ed otterrai un angolo simile a questo

L’angolo a cappuccio è terminato, ripetilo su tutti gli altri angoli per terminare la tua tovaglietta americana.

Rifiniamo i lati

Per appiattire bene tutto l’orlo è utile fare una cucitura tutto intorno ad esso in modo che sia ben rifinito.
Usa il piedino per cerniere e attaccalo alla macchina sulla sinistra, in questa posizione.

Metto il tessuto sotto alla macchina e tengo la piega interna dell’orlo a pari con il lato sinistro del piedino e inizio a cucire.

Infine, una volta terminata la cucitura, posso dare un’ultima stirata ed ho terminato il mio lavoro.

Come sempre ti consiglio di guardare anche il video che ho pubblicato insieme alla lezione scritta, così che tu possa avere due punti di vista differenti sulla stessa spiegazione.

A proposito di video, spero che tu ti sia già iscritto sul mio canale you tube, ma se tu non lo avessi ancora fatto, ti chiedo la gentilezza di farlo subito, al fine di essere aggiornato ogni volta che pubblicherò un nuovo video.

Spero che questa lezione ti sia piaciuta, e come al solito spero che la condividerai sul tuo profilo facebook in questo modo potrai aiutarmi a farmi conoscere ancora di più.

Come sempre ti ringrazio di aver seguito le mie lezioni, ti aspetto per la prossima e ti auguro una buona serata.
Elisa Oximoron Francia

Elisa Oximoron

Ho iniziato ad appassionarmi al cucito sin da piccola e, nel 1998 ho iniziato un corso professionale di "operatrice abbigliamento, confezionista industriale" presso una scuola di Pavia. Ho fatto uno stage in un negozio di abiti da sposa e poi ho aperto la mia personale sartoria, dove realizzavo abiti su misura e cosplay. A causa di problemi di salute nel 2014 ho dovuto chiudere il negozio e sono diventata insegnante di cucito in un corso specialistico per corsetteria storica. Ho scoperto che amo insegnare e ho iniziato a creare corsi di cucito per principianti. attualmente abbiamo attivi 5 corsi di cucito solo a pavia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *