Sorfilare una gonna e unire le parti – Lezione 3

Eccoci alla nuova lezione di cucito, oggi vedremo come sorfilare il tessuto.

Come già saprete sono stata via per molto tempo a causa della gravidanza. I primi mesi dopo la nascita sono stati duri, sia perché per me era tutta una novità, sia perché ho fatto fatica a trovare il ritmo giusto ed ad organizzarmi.
Ora però che lui ha preso una certa regolarità con le nanne, posso sfruttare questi momenti per poter prendermi un paio di orette per registrare e scrivere il blog. Forse non sarà sempre così, ma per ora, per me, è importante vivere il momento.

Prima di cominciare la lezione, vorrei ringraziare di vero vero vero cuore tutti quelli che mi hanno fatto gli auguri e le congratulazioni sulla pagina;
mi ha fatto davvero molto piacere ricevere tutti quei messaggi d’affetto.
Avrei voluto rispondere a tutti personalmente, ma devo ammettere che è molto complicato trovare il tempo per tutto.
Quindi lo faccio qui!
Grazie, grazie di vero cuore!

Bene! siamo alla lezione numero 3 del corso intermedio di scucendo s’impara. l’ultima volta che ci siamo visti, ormai è passato un sacco di tempo, abbiamo lavorato alle pinces e allo spacco.
Oggi invece ci occuperemo di sorfilare tutto il tessuto.
Cosa significa sorfilare? Significa fare un particolare tipo di cucitura sul bordo del nostro lavoro in modo che i fili della trama (o dell’ordito) restino fermi e la stoffa non si sfilacci.
La sorfilatura è importante perché conferisce un aspetto più curato e professionale al lavoro.


Per sorfilare oggi utilizzeremo due tipi di punto: il punto zig zag e il punto sorfilo.

Il punto zig zag è presente in tutte le macchine da cucire moderne e si realizza utilizzando il piedino normale.
Il punto sorfilo invece è presente solo in alcune macchine (la maggior parte, comunque) e si realizza utilizzando un particolare tipo di piedino chiamato appunto piedino per sorfilare.


È possibile acquistare il piedino per sorfilare on line.
Io solitamente consiglio di prendere questo kit di piedini, in cui è presente anche questo, oltre ad altri che utilizzeremo sicuramente durante le mie lezioni.

Come al solito ho preparato la lezione in due versioni, una scritta che è quella che troverai qui sotto e una video lezione che potrai vedere su youtube, il mio consiglio è sempre quello di seguire entrambe.

Vediamo ora come fare la sorfilatura con il punto zig zag

impostiamo la macchina

Per prima cosa impostiamo la macchina e scegliamo il punto zig zag.
Alcune macchine permettono di scegliere la dimensione del punto e anche l’ampiezza dello zig zag.

Se hai una macchina che ti permette di scegliere entrambi, scegli pure come dimensione del punto 3 mm e come ampiezza 3 mm.
Alcune macchine, ad esempio la mia, non hanno una rotella per scegliere l’ampiezza dello zig zag, ma è possibile scegliere il tipo di zig zag attraverso la rotella di selezione punti.
In quel caso, scegli la dimensione media.

In quel caso, scegli la dimensione media.

Ora troviamo la nostra guida di riferimento.

Quando facciamo la cucitura ad un centimetro e mezzo o quando facciamo la cucitura ad un piedino, usiamo sempre un supporto come riferimento: nella cucitura ad un centimetro e mezzo è il feltrino (o la guida in legno) , nella cucitura ad un piedino è appunto il piedino.
La sorfilatura a zig zag necessita anch’essa di un punto di riferimento e per darlo sarà necessario utilizzare la nostra baretta per cuciture e un pezzettino di scotch colorato

Abbassiamo l’ago

il punto zig zag fa oscillare l’ago a destra e a sinistra. Noi abbiamo bisogno che sia posizionato del tutto a destra, quindi gireremo la manovella fino a quando l’ago non si abbasserà nella posizione desiderata.

Appoggia la barretta per cuciture

Appoggia la barretta (se non ce l’hai ancora puoi acquistarla qui) bene contro l’ago in modo che sia esattamente parallela al senso di cucitura, quando hai la sicurezza che sia ben diritta, abbassa il piedino.


prendi un pezzo di scotch colorato, o di nastro di carta e appiccicalo proprio vicino alla barretta. Quello sarà il tuo punto di riferimento.

iniziamo a cucire

Posiziona il tessuto sotto al piedino facendo in modo che il bordo del tessuto sia a pari con il bordo dello scotch colorato e inizia a cucire.
Se lo avrai fatto correttamente noterai che la cucitura sarà esattamente a cavallo del tessuto.

come fare gli angoli nel modo corretto

Quando arriverai all’angolo ti verrà istintivo fermarti, togliere il tessuto, rimetterlo nell’altro senso e ricominciare. Non farlo, perché esiste un metodo migliore e più veloce.
Per prima cosa devi abbassare l’ago, in modo che tenga fermo il tessuto e allo stesso tempo faccia da perno. Poi devi alzare il piedino e ruotarlo.

passa tutto il bordo dei pezzi di tessuto, evitando gli spacchi

Gli spacchi sono già rifiniti, non hanno bisogno di essere sorfilati.

Adesso parliamo del punto sorfilo

Come dicevo prima, il piedino per sorfilare è un particolare tipo di piedino che è possibile acquistare nel kit che consiglio sempre e di cui vi lascio il mio link affiliato.
Tra l’altro questo kit va bene con tutte le macchine, perchè ha un adattatore che permette l’installazione con tutte le macchine da cucire moderne.


Come puoi vedere, questo piedino ha una lamina di metallo che serve a tenere il tessuto nella giusta posizione. Proprio per questo non avrai bisogno di usare il pezzettino di scotch e sarà molto più pratico cucire correttamente

Imposta la macchina per il piedino sorfilo

Il giusto tipo di punto da utilizzare ha questa forma.
Mi raccomando! non utilizzare il punto zig zag con il piedino per sorfilare, spezzeresti l’ago.

Appoggia il tessuto come nella foto

Inizia a cucire tenendo il tessuto in modo che batta contro la lamina di metallo e segui le stesse istruzioni del punto zig zag.
Noterai che il punto sorfilo è molto più complicato del punto normale e quindi la macchina lavorerà molto più lentamente.

Ecco le due cuciture a confronto.

La cucitura con il punto sorfilo è leggermente simile a quella di una taglia e cuci (moolto leggermente) e conferisce al lavoro un aspetto un pochino più professionale. Anche la cucitura zig zag, comunque è corretta e molto piacevole da vedere

Una volta terminata la sorfilatura, possiamo unire insieme i due pezzi

Appoggia le due parti dietro una sopra all’altra, in modo che il diritto del tessuto di una parte sia a contatto con il diritto del tessuto dell’altra e spilla insieme il centro dietro.

Partendo dallo spacco fai una cucitura ad un centimetro e mezzo, utilizzando il feltrino o la guida per cuciture come punto di riferimento.

Dopo aver cucito le due parti dietro, apri la cucitura appena fatta con il ferro da stiro.

Appoggia il dietro sopra al davanti tenendo le due parti diritte a contatto tra di loro e inizia a spillare uno dei due lati, quello in cui non metterai la cerniera.

Nel punto in cui sarà posizionata la cerniera, invece, lascia una parte di 10 cm libera (Se stai facendo il modellino in scala 10 cm, invece nella gonna a grandezza naturale deve essere di 20 cm) spilla il pezzo rimanente e cucilo. una volta terminato, rivolta tutto il pezzo.

Più o meno la gonna dovrebbe uscire in questo modo.

Per oggi abbiamo terminato, nelle prossime lezioni ti farò vedere come fare la cerniera, l’orlo e mettere una cinturetta.
Nel frattempo che ne dici di farmi vedere i tuoi progressi? ti basterà caricare una foto su instagram e usare l’hashtag #scucendosimpara
Se lo farai, io potrò vedere i tuoi progressi.
(mi raccomando, devi avere la privacy impostata su pubblico, affinché io possa vedere le tue foto.)

Spero che questa lezione ti sia piaciuta, se così fosse ti andrebbe di aiutarmi a farmi conoscere e condividerla sul tuo profilo facebook?
Se vuoi puoi iscriverti al mio canale youtube e ricevere aggiornamenti ogni volta che pubblicherò un nuovo video.
Ho anche una pagina facebook, sarei felicissima se mettessi “mi piace”.

Anche per oggi ho terminato, ci vediamo tra due settimane con la lezione avanzata e Domenica prossima con la lezione base, per il momento ti mando un bacio e ti auguro una buona serata.

Elisa Oximoron

Ho iniziato ad appassionarmi al cucito sin da piccola e, nel 1998 ho iniziato un corso professionale di "operatrice abbigliamento, confezionista industriale" presso una scuola di Pavia. Ho fatto uno stage in un negozio di abiti da sposa e poi ho aperto la mia personale sartoria, dove realizzavo abiti su misura e cosplay. A causa di problemi di salute nel 2014 ho dovuto chiudere il negozio e sono diventata insegnante di cucito in un corso specialistico per corsetteria storica. Ho scoperto che amo insegnare e ho iniziato a creare corsi di cucito per principianti. attualmente abbiamo attivi 5 corsi di cucito solo a pavia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *