Fare le prime cuciture -Lezione 2

Finalmente sono tornata!
Sono stata lontana dal blog per molto tempo. Come avevo già accennato su Facebook e su youtube, il 6 Gennaio è nato il mio primo figlio e ho dovuto prendermi una pausa forzata dal mio lavoro di blogger.
La gravidanza è andata molto bene, abbastanza da permettermi di preparare i video e le lezioni fino al settimo mese, poi ovviamente anche io ho dovuto riposarmi.
Dopo il parto ho avuto bisogno di un po’ di tempo per adattarmi al nuovo ruolo di mamma, ma oggi finalmente ho potuto riprendere da dove avevo interrotto.

Verso Novembre ero riuscita a registrare il video per la nuova lezione on line, ma poi, tra visite e il pancione che iniziava a farsi sentire, non avevo trovato il tempo per montare il video e lavorare a questo tutorial scritto.

Oggi, finalmente, sono riuscita ad avere il tempo per terminare il lavoro e pubblicare il tutto!

Nella precedente lezione abbiamo preparato la macchina da cucire, oggi siamo pronti per provare a fare le prime cuciture.
Per la precisione oggi parleremo di cucitura a 1,5 cm e di cucitura a 0,75 cm detta impuntura.

Mi raccomando! oltre a leggere le istruzioni scritte, guarda anche la lezione video!

Cucitura a 1,5 cm

Come impostare la macchina da cucire

Prima di cominciare la vera e propria cucitura, bisogna impostare la macchina nel modo corretto.

Cominciamo con la rotella di tensione

La rotella di tensione è quella rotella numerata dall’1 al 9, che si trova di solito sulla parte superiore o nella parte frontale della macchina, vicino all’infilatura.
Per il tipo di cucitura di cui parlerò oggi, la tensione corretta da tenere è la tensione media.
In tutte le macchine da cucire moderne, sulla rotella di tensione ci sono 3 numeri che sono indicati diversamente da tutti gli altri.
Nella macchina che uso io sono uniti da una linea, in altri modelli sono rappresentati con un colore diverso, oppure sono inscritti in un quadrato.

Solitamente questi numeri sono 5-4-3 ma a volte sono anche 6-5-4.
La tensione media è indicata dal numero centrale di questi 3.
Quindi, nel primo caso, si tratta del numero 4, nel secondo del numero 5.
Se stai utilizzando un tessuto un po’ più morbido e ti accorgi che i punti sembrano troppo tirati, puoi utilizzare la tensione più morbida, ovvero 3 nel primo caso e 4 nel secondo.
Se, invece, stai utilizzando un tessuto più spesso e rigido e ti sembra che i punti siano troppo morbidi, puoi utilizzare la tensione più dura, ovvero 5 nel primo caso e 6 nel secondo.
Non di più, non di meno.

Se la cucitura appare comunque scorretta nonostante tu abbia scelto il numero giusto, significa che il problema non riguarda la tensione.
(se vuoi avere maggiori informazioni su come aggiustare la tensione ti consiglio di leggere questo articolo)

Ora impostiamo la lunghezza del punto

Anche la lunghezza del punto segue delle regole precise. Ogni dimensione di punto ha una funzione diversa e serve per un tipo di lavoro diverso.
Per la cucitura di oggi ci servirà tenere la lunghezza del punto nella misura 3mm o misura media.
L’impostazione della lunghezza del punto nelle macchine da cucire non è sempre presente. Alcune macchine hanno una rotella simile alla foto qui sopra (dove il numero rappresenta la misura in millimetri del punto), invece le altre hanno solo la rotella di selezione punti.

Nelle macchine in cui non è presente la manopola per la dimensione del punto è possibile scegliere la lunghezza dello stesso tramite la selezione dei punti.
Infatti, tra i vari punti disponibili, ce ne saranno 3 tipi simili all’immagine qui sotto.


Il primo simbolo rappresenta una cucitura più stretta, che va bene per certi tipi di tessuto leggermente elasticizzato, il secondo è la dimensione di punto media, quella che ci servirà per il lavoro di oggi, e il terzo rappresenta quella che ci servirà nel caso si debbano fare delle imbastiture.

Perciò, riassumendo, per la cucitura di oggi dovrai impostare il numero 3 oppure il simbolo centrale.

Come spillare il tessuto

Prima di iniziare a cucire, bisogna preparare il tessuto.
Per fare un lavoro preciso, è importante tagliare lasciando uno scarto tutto intorno al cartamodello.
(nella prossima lezione ti spiegherò come tagliare correttamente il tessuto.)
Come ho già detto in questo articolo, lo scarto di cucitura è molto importante.
Io uso come standard la distanza di 1,5 cm, che poi è la dimensione della mia barretta per cuciture.

Una volta tagliato, possiamo passare alla spillatura.
Gli spilli serviranno a tenere uniti i due pezzi di tessuto in modo che non si spostino durante la cucitura.

Avevo già parlato di come spillare correttamente in questo articolo. Ti consiglio di leggerlo, perchè una giusta spillatura ti permetterà di cucire due pezzi di tessuto senza dover imbastire.
Gli spilli, se messi in perpendicolare rispetto alla cucitura e facendo in modo che dove passa l’ago siano coperti dal tessuto (come nell’immagine qui sotto) possono essere tenuti anche quando il tuo lavoro sarà messo sotto alla macchina senza correre il rischio di spezzarli.
Attenzione! tieni sempre la punta degli spilli rivolta verso l’interno della stoffa e la capocchia rivolta verso l’esterno.
Fai anche attenzione che la capocchia non fuoriesca dalla stoffa, ma rimanga all’interno come nell’immagine sotto.

Ora possiamo cucire!

Abbiamo detto che il tessuto deve essere tagliato con uno scarto di 1,5 cm tutto intorno. Quindi, quando cuciremo, dovremo fare in modo che la cucitura sia distante dal bordo della stoffa precisamente di un centimetro e mezzo. Per fare questo utilizzeremo la nostra solita barretta per cuciture.


Quando hai ricevuto la barretta per cuciture, hai avuto in dotazione anche un feltrino con del nastro biadesivo.
il feltrino dovrà essere attaccato alla macchina da cucire come nell’immagine sotto.
Abbassa l’ago e solleva il piedino, fai in modo che la barretta tocchi l’ago e che sia parallela al senso di cucitura.
appiccica il feltrino proprio di fianco alla barretta, la distanza sarà esattamente di 1,5 cm.
Visto che 1,5 è la distanza che si utilizzerà più spesso, il fatto che il feltrino sia attaccato con il nastro biadesivo è una comodità, perchè permette di tenerlo sempre attaccato senza che si sposti.

ora appoggia il tessuto in modo che il bordo della stoffa sia a pari con il bordo del feltrino.

Attenzione! quando cuci, non guardare mai l’ago, perchè non riusciresti ad andare diritto. Per cucire correttamente bisogna guardare sempre il nostro punto di riferimento, che in questo caso è il feltrino.
Tieni gli occhi puntati su di esso e controlla sempre che il bordo della stoffa sfiori il bordo del feltrino, solo in questo modo potrai fare una cucitura diritta.

come fare il nodo con la macchina da cucire

Prima di fare la cucitura vera e propria, è necessario legare il filo; così da evitare che si sfaldi nel momento meno opportuno.

Per fare un nodo con la macchina da cucire, bisogna premere il tasto reverse. È riconoscibile sulla macchina dal simbolo di una U rovesciata con una freccia su uno dei due apici.

Quando il tasto viene premuto, la cucitura cambia direzione e va verso di te, quando il tasto è rilasciato la cucitura riprende il suo senso normale, ovvero lontano da te.
Schiaccia il pedale e fai una cucitura di 3 punti avanti, poi tenendo premuto il tasto reverse torna indietro ancora di 3 punti, rilascia il tasto e comincia la cucitura vera e propria.

Per cucire correttamente è importante tenere conto di tre fattori:
1-Il punto di riferimento
2-La velocità della cucitura
3-La nostra presa sul tessuto

Il punto di riferimento
Quando si cuce a macchina viene istintivo guardare l’ago per capire dove e come ci stiamo muovendo.
In realtà questo è un errore.
Per cucire correttamente e diritto bisogna guardare il bordo del feltrino più vicino all’ago e controllare che il tessuto lo sfiori sempre.
Se si tiene d’occhio quello, si riuscirà a fare una cucitura diritta e precisa.

La velocità della cucitura
Più schiacciamo forte il pedale, più la macchina andrà veloce, esattamente come le automobili.
le prime volte è sempre meglio andare lentamente, più lenta va la macchina più la cucitura diventa precisa.
In fin dei conti stiamo ancora imparando, nessuno ci metterà fretta nel finire il lavoro che stiamo facendo.
(questo è uno dei motivi per cui consiglio sempre alle principianti di usare macchine moderne per cucire, sono molto più lente di quelle più vecchiotte.)
Anche la posizione del piede sul pedale influisce sulla velocità della macchina.
La corretta posizione del pedale è questa:
Il tallone appoggiato a terra, le dita fuori dal pedale e la pianta del piede a contatto con il pedale.

La nostra presa sul tessuto
Quando si cuce, la macchina spinge avanti il tessuto.
Questo movimento però può fare in modo che quest’ultimo si sposti a destra e a sinistra.
Per evitare di fare delle cuciture storte è importante guidare la stoffa con le mani, come se fosse il manubrio di una bicicletta.
La presa deve essere salda, ma allo stesso tempo bisogna evitare di tirare il tessuto o spingerlo.
Tirare il tessuto fa allungare i punti nel migliore dei casi e spezzare l’ago nel peggiore.
Quindi: il tessuto può essere spostato a destra e sinistra, ma non deve essere mai tirato avanti o indietro.

Una volta arrivati alla fine, premiamo ancora il tasto reverse, facciamo tre punti indietro e poi ne facciamo altri tre avanti. Così abbiamo fatto un nodo anche alla fine.
Tagliamo via il filo e abbiamo terminato la cucitura.

Cucitura a 0,75 detta ad un piedino o impuntura

La cucitura ad un centimetro e mezzo serve ad unire due pezzi di tessuto, ma quando abbiamo bisogno di appiattirlo o di impreziosirlo, dobbiamo utilizzarne un’altro tipo: la cucitura ad un piedino.

Per farla sarà sufficiente far combaciare il bordo del tessuto con il bordo del piedino, come nella foto qui sotto.
Anche in questa cucitura sono valide tutte le impostazioni che abbiamo usato in quella da 1,5 cm.
Quindi, la dimensione del punto deve essere di 3 mm o la misura media. la tensione deve essere media e alla fine e all’inizio della cucitura bisogna premere il tasto reverse.

il nostro lavoro, una volta finito apparirà così:

Anche per oggi abbiamo finito la nostra lezione on line.
Mi raccomando di guardare il video correlato alla lezione, perchè ci sono particolari e tecniche che spiego solo durante il video.
Per questa settimana, come compito ti consiglio di provare a tagliare un quadrato di stoffa di 13 cm per lato e provare a fare la cucitura da 1,5 cm che ti ho descritto sopra, ribaltare il tessuto e rifinire tutto con una cucitura ad un piedino.
Se una volta ribaltato il tutto ti ritroverai un quadrato di 10 cm per lato, vuol dire che hai fatto un lavoro corretto.
Poi pubblica la tua “taschina” su instagram usando l’hashtag #scucendosimpara .
In questo modo io potrò vederlo!
Spero che la mia lezione ti sia piaciuta, ti aspetto per la prossima, in cui parleremo di come si taglia il tessuto.
Un bacio
Elisa Oximoron Francia



Elisa Oximoron

Ho iniziato ad appassionarmi al cucito sin da piccola e, nel 1998 ho iniziato un corso professionale di "operatrice abbigliamento, confezionista industriale" presso una scuola di Pavia. Ho fatto uno stage in un negozio di abiti da sposa e poi ho aperto la mia personale sartoria, dove realizzavo abiti su misura e cosplay. A causa di problemi di salute nel 2014 ho dovuto chiudere il negozio e sono diventata insegnante di cucito in un corso specialistico per corsetteria storica. Ho scoperto che amo insegnare e ho iniziato a creare corsi di cucito per principianti. attualmente abbiamo attivi 5 corsi di cucito solo a pavia.

2 pensieri riguardo “Fare le prime cuciture -Lezione 2

  • Febbraio 13, 2019 in 8:57 am
    Permalink

    Buongiorno!
    Ti ho scoperto solo ora è già mi sei utilissima visto che mi sto approcciando solo ora al cucito.
    Grazie
    Daniela

    Risposta
    • Febbraio 13, 2019 in 11:33 am
      Permalink

      Buongiorno a te!
      Sono felicissima di esserti utile! spero mi seguirai anche nelle prossime lezioni! 🙂

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *