Gli strumenti per cucire – lezione 0 parte 3

Eccoci alla seconda parte della lezione zero del corso di cucito on line di scucendo s’impara

Nella prima abbiamo ampiamente parlato di macchine da cucire e di quale scegliere quando si è principianti.
(Se te la sei persa, puoi sempre rileggerla cliccando qui)
In questa, invece, vorrei parlare di altri strumenti indispensabili per cominciare.

Lezione zero parte 3- Gli strumenti per cucire

Quando pubblicizzo i miei corsi di cucito in presenza (quelli che tengo di solito a Pavia e provincia), lascio sempre una lista di strumenti necessari ad iniziare il corso.
Cerco sempre di essere precisa su quello che serve, ma purtroppo non è facile, per chi non è del mestiere, capire se uno strumento è valido oppure no.
Capita, a volte, che per risparmiare un’euro o due, si compri materiale di tipo scadente e che quello vada ad incidere pesantemente sul lavoro fatto.
Per questo motivo, questa seconda lezione sarà dedicata alla scelta del materiale utile per partecipare al corso di cucito base, sia quello on line, sia quello in presenza.
Come al solito, insieme alle spiegazioni, ho lasciato i link di Amazon dove è possibile comprare on line gli strumenti che consiglio.

1- Le forbici da cucito

Nell’immaginario comune si pensa che lo strumento che più rappresenti una sarta sia il suo metro. Personalmente non ne sono convinta.
Io utilizzo il metro da sarto solamente nel momento in cui prendo le misure al cliente. Durante le cuciture vere e proprie, utilizzo altri strumenti più adatti a fare misurazioni precise.
Lo strumento che veramente rappresenta un/una sarto/a è il suo paio di forbici.
Nessun lavoro può iniziare bene e correttamente se non è stato tagliato in modo preciso. Esistono tecniche di taglio, che vedrai nelle prossime lezioni, che serviranno a fare lavori ordinati e ed accurati. Nonostante questo nessuna tecnica potrà funzionare se non avrai tra le mani un paio di forbici buone e ben affilate.
Ricordati che le forbici da cucito sono delicate, se le utilizzi anche per tagliare la carta, o per aprire gli involucri in plastica, perderanno il filo molto facilmente.

Ci sono diversi tipi di forbici da sarto in commercio.
Io ne ho scelte per te 4, con prezzi e particolarità diverse, per venire incontro alle tue esigenze.
Clicca sul link e sarai indirizzato al sito del venditore.

Se vuoi risparmiare un poco, ti consiglio queste forbici, forse non dureranno molto, ma se tenute bene, potrai sfruttarle abbastanza.

Se preferisci un paio di forbici resistenti e capaci di tagliare anche i tessuti più pesanti, queste potrebbero fare al caso tuo. Costano un pochino di più, ma a me lo stesso modello è durato più di dieci anni, senza doverlo cambiare.

Se poi vuoi fare un piccolo investimento ed avere un modello di forbici ancora più professionale, leggero, maneggevole e comodissimo, allora ti consiglio vivamente di prendere questo modello.

Tutte le forbici che ti ho mostrato hanno, purtroppo, un grosso difetto: sono solo per destrorsi. Se per caso sei mancino ti servirà un tipo di forbici adatto a te, come questo.
Scoprirai che tagliare è tutta un’altra cosa, con il giusto paio di forbici.

2- Gli Spilli
strumenti-da-cucito

Gli spilli sono degli strumenti determinanti per la riuscita del tuo lavoro. Utilizzare un solo spillo sbagliato potrebbe farti buttare via il tessuto e dover ricominciare tutto da capo.
Il fatto che si possano trovare ovunque e a prezzi convenienti, non ti tutela sulla qualità del prodotto. Per quanto siano piccoli e carini, gli spilli non di qualità possono arrugginire e rovinare il tuo tessuto, potrebbero avere una punta talmente rovinata da tirare tutti i fili della trama e danneggiarli irrimediabilmente.
È essenziale avere spilli decenti, se non vuoi rischiare di dover buttare via tutto. Se vuoi andare sul sicuro, ti consiglio gli spilli della prym chiamati Aida. costano forse più due/tre euro degli altri, ma ti dureranno per sempre e, fidati, risparmierai sicuramente più che comprare un nuovo tessuto e rifare tutto da capo.

3- I Piedini per la macchina da cucire

Quando acquisterai la tua prima macchina da cucire, avrai in dotazione una serie di piedini standard (il tipo e la quantità variano da modello a modello).
Oltre a questi, ne esistono in commercio decine di tipi diversi, che possono migliorare il tuo lavoro e le funzioni della tua macchina per cucire.
Per cominciare sono sufficienti pochi piedini.
Visto che il costo di un singolo piedino si aggira sulle 5/7 euro, il mio consiglio è di acquistare questo kit di 15 pezzi.
Avendo anche un adattatore, si possono attaccare a molte macchine da cucire. (fanno esclusione alcune un po’ vecchiotte)  Se hai preso una delle macchine che ti consiglio, o comunque un modello abbastanza recente, puoi andare sul sicuro che si adatteranno alla tua macchina.
In questo kit, purtoppo non è contemplato un piedino che potrebbe esserti molto utile, che si chiama: piedino per cerniere invisibili.
Dovrai acquistarlo a parte seguendo questo link.

4- la barretta per cuciture

Inserire gli scarti di cucitura è un lavoro che va fatto con la massima precisione. Sbagliare uno scarto equivale a sbagliare le misure di un abito.
Però si tratta anche un lavoro noioso e di facile distrazione.
Proprio per questo, ho fatto realizzare queste barrette di cucitura firmate “scucendo s’impara”.
Sono alte 1,5 cm e sono accompagnate da un feltrino.
Questo feltrino si può attaccare alla macchina da cucire e ti aiuterà ad andare diritto.
Le puoi trovare presso il mio shop oppure cliccando su questo link 

Abbiamo ancora altri strumenti da esaminare! Clicca qui e sarai indirizzato alla seconda parte di questa interessantissima lezione sugli strumenti per cucire!

Elisa Oximoron

Ho iniziato ad appassionarmi al cucito sin da piccola e, nel 1998 ho iniziato un corso professionale di "operatrice abbigliamento, confezionista industriale" presso una scuola di Pavia. Ho fatto uno stage in un negozio di abiti da sposa e poi ho aperto la mia personale sartoria, dove realizzavo abiti su misura e cosplay. A causa di problemi di salute nel 2014 ho dovuto chiudere il negozio e sono diventata insegnante di cucito in un corso specialistico per corsetteria storica. Ho scoperto che amo insegnare e ho iniziato a creare corsi di cucito per principianti. attualmente abbiamo attivi 5 corsi di cucito solo a pavia.

8 pensieri riguardo “Gli strumenti per cucire – lezione 0 parte 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *