Scegliere la macchina da cucire -Lezione 0 parte 1

Benvenuto al corso di cucito base on line di Scucendo s’impara!

Questo corso, totalmente gratuito, è stato pensato sia per chi non ha la possibilità di partecipare attivamente ai miei corsi di cucito in presenza, sia come strumento di supporto per chi frequenta le mie lezioni dal vivo.
In questa lezione (che chiameremo zero perchè  sarà un’introduzione al corso) vorrei parlarti di come scegliere la macchina da cucire sia molto importante.
Ti darò qualche dritta per aiutarti a fare la scelta giusta, senza rischiare di pentirtene subito dopo.

Scegliere la macchina da cucire

La macchina da cucire è importante ma, ovviamente, lo è anche saperla mantenere.
Per questo motivo, ti consiglio di acquistare, insieme alla macchina, anche il mio libro: “Non è rotta, è solo arrabbiata”.
È disponibile sia in versione cartacea sia in versione e-book.
Ti aiuterà a risolvere e comprendere tutti quei problemi che non sono indicati sul libretto delle istruzioni e possono mettere in difficoltà anche le sarte più esperte.

Lezione Zero parte 1- Scegliere la macchina da cucire

Come un pittore ha bisogno di avere tela, cavalletto e pennelli per dipingere, anche chi vuole imparare a cucire, deve avere i giusti strumenti a portata di mano, per cominciare.
Non si può pretendere di imparare a cucire senza possedere una macchina per cucire.

La macchina giusta deve essere facile da utilizzare, non troppo rumorosa, ed avere un buon prezzo.

Con “avere un buon prezzo” intendo dire che il valore deve essere rapportato alla qualità.
Esistono in commercio, macchinette con prezzi ridicoli, ( tra i 25 e i 45 euro) che non valgono praticamente nulla. Fanno solo uno o due punti, lavorano male e si rompono subito.
Allo stesso modo, ci sono macchine da cucire che costano una barbarie, solamente perchè pubblicizzate da questo o quel personaggio famoso. A volte costano tanto solo perchè offrono la possibilità di fare ricamini che, ammettiamolo, non useremo mai.
Facendo corsi, ho avuto modo di vedere e toccare con mano un sacco di macchine da cucire.
A volte ho persino dovuto ripararle, quindi non posso negare che mi sono fatta una bella esperienza su quale modello sia più o meno adatto.

La cosa più importante che ho imparato è che per scegliere la macchina da cucire adatta a cominciare, bisogna accettare il fatto che costerà intorno alle 80/150 euro.

Se pensi che sia un prezzo troppo alto, e che per cominciare possano bastare anche quelle che costano meno, sappi che all’inizio la pensavo come te.
Quando ero ancora inesperta (si parla di anni e anni fa), avevo visto una macchinetta che costava pochissimo ed era piccolissima.
A quei tempi frequentavo ancora la scuola, quindi non lavoravo e potevo fare affidamento solo sulla mancetta settimanale che mi davano i miei genitori.
Comprare una macchinetta del genere, anche se a costo basso, era già una bella spesa.

Beh, credo di averla utilizzata una volta sola o forse due, si ruppe subito e la spesa per ripararla superava il prezzo della macchina.

Decisi allora di mettere da parte qualche soldino, aspettare e farmi un bel regalo di natale.
Inutile dire che mi resi subito conto del cambiamento.
Oltretutto cominciai a sfruttarla quasi subito per realizzare qualche borsetta.
Alcune mie amiche le trovarono così carine che vollero comprarle, e così la macchina si ripagò da sola.

Morale della favola?

La macchina da cucire è uno strumento, se impari ad utilizzarla nel modo corretto, ti aiuterà a risparmiare soldi (facendoti da solo gli orli ad esempio, sai quanto costano?).
Oppure, se sei abbastanza intraprendente, potrebbe aiutarti anche a crearti un lavoro.

un discorso a parte andrebbe intrapreso per quanto riguarda le macchine da cucire vecchiotte, quelle che magari ereditiamo da nonne, zie o altri parenti.

Sono la prima a dire che per certi versi le macchine vecchie, parlo di quelle ancora in ghisa, a volte sono migliori delle macchine nuove, ma se sei agli inizi, te la sconsiglio vivamente.
Le macchine vecchie, ad esempio, hanno una velocità decisamente più alta di quelle nuove, sono più difficili da infilare, e non sempre hanno tutte le funzioni di quelle nuove.
Se hai maturato un’esperienza di almeno 10 anni nel cucito, se magari hai utilizzato anche macchine professionali, allora la macchina in ghisa non ti farà certo paura.
Ma se sei alle prime armi, hai bisogno di uno strumento valido e che ti segua nel modo più corretto.

Clicca qui, nella prossima pagina ti mostrerò una lista per scegliere la macchina da cucire adatta a te, ordinate in base al prezzo e alle funzioni

Elisa Oximoron

Ho iniziato ad appassionarmi al cucito sin da piccola e, nel 1998 ho iniziato un corso professionale di "operatrice abbigliamento, confezionista industriale" presso una scuola di Pavia. Ho fatto uno stage in un negozio di abiti da sposa e poi ho aperto la mia personale sartoria, dove realizzavo abiti su misura e cosplay. A causa di problemi di salute nel 2014 ho dovuto chiudere il negozio e sono diventata insegnante di cucito in un corso specialistico per corsetteria storica. Ho scoperto che amo insegnare e ho iniziato a creare corsi di cucito per principianti. attualmente abbiamo attivi 5 corsi di cucito solo a pavia.

8 pensieri riguardo “Scegliere la macchina da cucire -Lezione 0 parte 1

  • marzo 3, 2017 in 1:22 pm
    Permalink

    Grazie per questo post impressionante. Hai condiviso una buona informazioni. Ma ho già comprato una macchina da cucire da negozio online “Sewshop”. I tuoi dati mi aiuterà in futuro.

    Risposta
    • marzo 3, 2017 in 1:47 pm
      Permalink

      beh, visto che la tua mail è sewshop.eu@gmail.com probabilmente quello è il tuo negozio e, lavorandoci dentro, sarebbe poco furbo non approfittarne. XD

      🙂 Mi fa piacere che vuoi fare pubblicità al tuo negozio, ma un commento così ti aiuterà poco 🙁 il modo migliore è contattarmi con un messaggio privato e chiedermi una collaborazione magari con uno scambio di link, oppure scrivere un guest post e mandarmelo via mail privata all’indirizzo scucendosimpara@gmail.com sarò felice di pubblicarlo a tuo nome ed includere un link alla tua pagina.

      il guest post deve essere di 500/700 parole ed essere di una qualche utilità. Potrebbe ad esempio parlare di quale macchina da cucire consigliate voi (io ho detto la mia, magari voi avete altre preferenze) oppure dei consigli tecnici che potrebbero essere di qualche utilità per chi vi legge.
      Deve essere un post nuovo e non un articolo già presente sul vostro sito e sconsiglio vivamente di creare un post in cui parlate solo di quanto è bello il vostro negozio, di solito il lettore si annoia dopo due o tre righe.
      🙂
      Quindi, ricapitolando: scrivimi un articolo di 500/700 parole, spiegaci qualcosa di interessante e io lo pubblicherò sul mio sito, sulla mia pagina facebook e ci aggiungerò anche un link diretto alla tua pagina, magari poi questo articolo lo condividerai anche sulla tua pagina facebook, in modo da permettere anche alle tue clienti di vederlo.

      Se poi vorrai ringraziarmi per la disponibilità che ti ho dato, potresti anche condividere sulla tua pagina facebook qualche mio articolo. 🙂
      ti auguro una buona giornata ed un buon lavoro e spero possiamo collaborare presto

      Risposta
      • agosto 2, 2017 in 4:35 am
        Permalink

        Ciao ! Ho trovato per caso il tuo articolo perché a breve inizierò il mio primo corso di cucito e vorrei prendere una macchina da cucire basic e non molto costosa ! Cosa ne pensi di quella uscita in offerta da lidl 2 giorni fa ? Grazie

        Risposta
        • agosto 2, 2017 in 7:09 am
          Permalink

          Ciao,
          È sempre un piacere sapere che il cucito sia sempre più apprezzato!
          In bocca al lupo per il tuo corso, spero che apprezzerai questa passione che sa dare moltissime soddisfazioni.
          Ho dato un’occhiata al volantino della Lidl. La macchina è una Singer Tradition con asola automatica e infila ago automatico. Bella macchina e ad un buon prezzo. Credo che ne valga la pena!

          Risposta
  • dicembre 23, 2017 in 6:09 pm
    Permalink

    Pfaff 4.2? Perché costano così diversamente tanto?
    Grazie e auguri
    G

    Risposta
    • gennaio 9, 2018 in 10:36 pm
      Permalink

      Perchè quella è stata studiata espressamente per il quilting, e non per il cucito in generale. Diciamo che è un macchinario più specifico e specializzato.
      Le macchine normali fanno un po’ di tutto, nei limiti del possibile, questa macchina invece è specializzata per fare una sola cosa e farla al meglio.
      Per farti un esempio terra terra: da una parte hai uno smartphone che fa foto e dall’altro hai una Reflex.

      Risposta
  • settembre 4, 2018 in 3:11 pm
    Permalink

    Grazie per questo corso. Ho già acquistato in passato il libro “Non è rotta, è solo arrabbiata” che ho molto apprezzato e che consiglio.

    Risposta
    • settembre 4, 2018 in 7:03 pm
      Permalink

      ne sono felicissima!

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *