Corsi on line

ago spezzato: cinque cose da fare per evitarlo

Cambiare un ago spezzato non è molto difficile(Lo abbiamo visto anche qui). Ma ciò non toglie che evitare di romperlo sia meglio. Pertanto ho creato una lista di cose da fare per non ritrovarsi decine di aghi rotti.

numero uno: non tirare la stoffa quando è sotto alla macchina.

scegliere una macchina da cucire

Quando cuci è la macchina che muove il tessuto, non la tua mano. Tira oggi, tira domani, l’ago si piega e, piegandosi, rischia di sbattere contro la base metallica. E ti ritrovi con un ago spezzato!

Numero due: metti gli spilli nella posizione corretta.

Come ti avevo spiegato in questo articolo, è possibile cucire un tessuto con ancora gli spilli attaccati solo se messi nella posizione corretta. Se sbagli a metterli rischi di spezzare l’ago.

Numero tre:Quando tiri via il tessuto dalla macchina, se il filo ti sembra opporre resistenza, non usare la forza.

Tira il tessuto, ma leggermente e con molta delicatezza; Poi muovi l’ago usando il volantino, un po’ su e un po’ giù, fino a quando non senti il filo sganciarsi.

Numero quattro: Quando cuci i bottoni a macchina, fai una prova prima girando l’ago a mano.

Per capire se l’ago passa da tutti e due i buchi, senza sbattere contro il bottone. In questo modo eviterai di rompere sia l’ago che il bottone.

Numero cinque: se devi cucire più strati di stoffa, rallenta la velocità

Se è davvero tanto, come nel caso di quattro strati di jeans, ti consiglio di di usare il volantino. Girala  sempre verso di te, e continua fino a quando l’ago non ha cucito tutti e quattro i pezzi.
Se usi questo accorgimento, non avrai bisogno di usare un ago troppo grosso, che come ho spiegato in questo articolo rovinano molti tessuti.

Sono piccoli provvedimenti che però ti aiuteranno a diminuire notevolmente il rischio di ritrovarsi un ago spezzato.
Spero che questa piccola guida ti sia stata utile e, come al solito ti chiedo di dimostrare che apprezzi il mio lavoro condividendolo sul tuo profilo. Assicurerai maggiore visibilità a me e potresti aiutare qualcuno con questi consigli. Un piccolo sforzo da parte tua mi darebbe la possibilità di creare nuovi contenuti.

Se non hai ancora messo mi piace alla mia pagina, ti consiglio di farlo ora
Seguendo Scucendo si impara su facebook, avrai la possibilità di rimanere sempre aggiornato sui miei corsi.

Related posts

Preparare la macchina da cucire -Lezione 1 parte 1

Elisa Oximoron

Usare il piedino freemotion-13-corso di cucito base

Elisa Oximoron

Creare una borsetta – parte due: come tagliare il tessuto

Elisa Oximoron

3 comments

cecilia Marzo 20, 2019 at 1:14 pm

ciao , grazie mille per i tuoi consigli sempre utilissimi e ben spiegati. Ho un problema con gli aghi! nel giro di un mese se ne sono piegati 7 SOPRATTUTTO QUANDO VADO INDIETRO!!! Secondo te da cosa può dipendere? Per darti qualche indicazione intanto ho visto che consigli un a misura 70 e invece io ho continuato a prendere quelli da 90 che ti danno in dotazione.Può dipendere da questo? Inoltre uso una tensione a 3…forse devo metterla a 4? e che larghezza di punto mi consigli? Ho una macchina singer 3210 BASE.

Elisa Oximoron Marzo 20, 2019 at 3:13 pm

Ciao.
La tensione 3 mi sembra molto bassa, direi di spostarla su 4 o su 5. Anche la misura dell’ago è importante. Un’altra cosa importantissima è quella di non tirare o spingere il tessuto quando cuci. La larghezza di punto che ti consiglio è il 3 mm

Cecilia Marzo 22, 2019 at 9:02 pm

Ho comprato gli aghi da 70 ma temo si sia rotto qualcosa perché puntualmente in retromarcia mi si piega un ago da 90 pur andando piano piano …per esempio per fare un banale porta torte dove non mi sembra ci siano troppe piegatura le di stoffe, o no? C’è qualcosa che non mi convince!!
Grazie ancora dei tuoi consigli .

Leave a Comment